ENTRARICERCA

Festival MITO SettembreMusica
Dal 2 al 24 settembre a Milano e Torino

Senza titolo

Anche quest’anno MITO SettembreMusica si presenta con un programma all’altezza delle proprie tradizioni. I grandi concerti e i grandissimi interpreti non mancano. Come sempre tutti i generi musicali vengono scandagliati e presentati al pubblico. Il “FocusTurchia” rappresenta un’occasione formidabile per gettare uno sguardo sulla storia e sulla cultura, non solo musicale, di quel paese che costituisce una delicatissima cerniera tra l’occidente e l’oriente, tra la cultura europea ed il mondo musulmano. Ancora una volta la musica può aiutare lo spettatore attento a seguire gli sviluppi di un mondo, che sarà sempre più vicino a noi. Due saranno i concerti di musica classica al Palasport Olimpico, con ancora in primo piano la Nona di Beethoven. La musica classica non è un fenomeno di élite, e non deve essere percepita come tale. Questi concerti avvicinano alla musica classica anche un vasto pubblico, affascinato e spontaneo, che sovente non frequenta i teatri. Il successo nelle precedenti edizioni dimostra quanto sia errata la raffigurazione del Festival come evento per pochi affezionati. La crisi economica non ci arresta. La Città di Torino mantiene il decisivo sostegno al Festival, e non potrebbe essere altrimenti: è impensabile consentire il declino di una manifestazione ormai radicata, da decenni, nel profondo dell’anima del pubblico piemontese. Il principale sponsor privato, la banca Intesa Sanpaolo, nei tre anni di vita di MITO SettembreMusica ha contribuito in maniera generosa alla riuscita del Festival, fornendo un ottimo esempio di armonia tra impresa e cultura. Ecco, la cultura. La buona musica non ha colore politico. Questa è la chiave per comprendere il successo di MITO SettembreMusica, che costituisce la prima grande piattaforma di eventi culturali condivisa tra Torino e Milano. Le due città, con i rispettivi assessorati, lavorano in perfetta intesa per sostenere il Festival; le innegabili differenze nel tessuto sociale non ostacolano il progetto comune, anzi lo arricchiscono. Le iniziative congiunte in altri campi della cultura possono avere eguale successo. Un vivo ringraziamento, infine, a tutti coloro che rendono possibile il Festival, e a tutto il pubblico che vorrà seguirlo.

... educational
Il Festival MITO pone grande attenzione alla divulgazione e alla diffusione della musica affiancando ai grandi concerti del cartellone principale progetti di approfondimento per tutti: Musica che incontra… si intitola la serie di appuntamenti dedicati al rapporto tra la musica e altre discipline. Tre incontri in giugno esplorano le interrelazioni tra musica e politica, matematica, architettura, con l’esecuzione di brani dal vivo e l’intervento di esponenti illustri delle tre discipline. A settembre altri due appuntamenti approfondiscono il rapporto tra la musica e il teatro e la letteratura. Un programma didattico è pensato per coinvolgere scuola e famiglia in una serie di concerti di qualità ad un prezzo simbolico. Ogni sabato e domenica il Festival propone una rassegna di concerti per bambini e ragazzi, che spesso prendono spunto da uno dei tanti “festival nel Festival” di cui si compone il grande cartellone di MITO.
Per informazioni dettagliate consulta la pagina MITO educational
...ecologico
Una scelta in difesa dell’ambiente contraddistingue il Festival sin dall’inizio. L’annullamento delle emissioni prodotte dal Festival e la riduzione dell’impatto ambientale al minimo è un impegno concreto nel risparmio energetico, nell’impegno delle risorse e delle materie prime, nella riduzione delle emissioni dannose e nella compensazione dellaCO2 prodotta grazie alla creazione di nuove foreste, promossa da MITO. È un impegno etico nel coinvolgimento di partner e fornitori, nella sensibilizzazione di pubblico e istituzioni a favore di un mondo più pulito e una migliore qualità della vita.
Per informazioni dettagliate consulta la pagina MITO ecologico
... fringe_MITO per la città
Le strade di Milano e Torino anche quest’anno si accendono di musica con tante iniziative fuori cartellone. Non solo i teatri, le chiese, le sale da concerto, ma sempre più le periferie, le piazze, i giardini pubblici, le stazioni della metropolitana e dei treni, i luoghi inconsueti, i parchi e le cascine fuori porta diventano luoghi per condividere, per comunicare, per esprimersi, per divertirsi, per godersi la città attraverso la musica. Non solo quella dei talenti conosciuti, ma di musicisti, di giovani, che hanno voglia di esprimersi. Anche quest’anno selezioneremo alcuni artisti attraverso le candidature che perverranno sul sito del festival. Basterà mandare il proprio curriculum per poter salire sul palco della Fringe. Quest’anno poi, sul palco allestito in Piazza Mercanti a Milano, potranno esibirsi insieme genitori e figli per mostrare come si può far musica in famiglia: così come si faceva una volta… E a Torino ancora musica per attutire il disagio, portata a chi altrimenti non potrebbe fruirne, negli ospedali e nelle case di riposo, negli istituti penitenziari e nei centri di accoglienza...
Per informazioni dettagliate consulta la pagina MITO Fringe
... tecnologico
L’avanguardia degli standard tecnologici rappresentano un tratto distintivo del Festival che crede nelle potenzialità dei nuovi strumenti di comunicazione. Una piattaforma integrata di supporti permette di raggiungere e condividere il Festival in forme multiple. E se la produzione di eventi musicali dal grande contenuto innovativo portano a Milano ricercatori e musicisti dalla Stanford University per una performance interattiva che coinvolge il pubblico nella creazione di suoni, l'approdo al web 2.0 mette in movimento le idee di una community coinvolta attraverso i social network più diffusi, da facebook, a twitter, a friendfeed e youtube. Il nuovo blog rende più fruibili le notizie sugli artisti, il backstage dei concerti, i suggerimenti musicali. Molti concerti saranno trasmessi in streaming dal sito del Festival e si potranno scaricare podcast e contenuti radiofonici. La webTv dedicata trasmetterà tutti i giorni gli eventi del Festival, interviste agli artisti, news e commenti. Anche il materiale cartaceo conterrà collegamenti a contenuti multimediali attraverso codici Qr visualizzabili con webcam e smartphone. Per questi ultimi è prevista una versione dedicata del sito internet e un’applicativo per visualizzare l’intero programma di concerti.
... MI ... TO andata e ritorno
Il servizio navetta tra Torino e Milano avvicina le due città trasformandole in un unico grande palcoscenico. Offerto dal Festival a un prezzo simbolico, consente al pubblico di spostarsi con facilità e rapidamente da una città all’altra per seguire alcuni dei concerti precisati nel cartellone. Il servizio permette di raggiungere la sede del concerto in modo sicuro, economico, ecologico.

Contatti

MILANO
Informazioni
Via Dogana 2 - scala E, II piano
20123 Milano
Tel. +39.02.88464725/64748
c.mitoinformazioni@comune.milano.it

Biglietteria

Urban Center
Galleria Vittorio Emanulele 11/12
20123 Milano
Tel. +39.02.884.64725/64748
c.mitobiglietteria@comune.milano.it

Redazione Web
Marta Francavilla

TORINO
Informazioni
Via San Francesco da Paola 3
10123 Torino
tel. +39.011.442.47.03 – 442.47.87
fax +39.011.443.44.92
settembre.musica@comune.torino.it

Biglietteria
Via San Francesco da Paola 6
10123 Torino
Tel. +39.011.442.47.77
smtickets@comune.torino.it

Redazione Web
Laura Tori
Sergio Bonino

A Milano:
Promozione culturale
c.mitopromozione@comune.milano.it

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
banner sqaure ms 21
Tiky ms21
Statistiche
Il sito ha ricevuto 7726158 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 3003 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 3195 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
8 agosto 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi