ENTRARICERCA

Alessandro Izzillo
Art Director Mc Cann Erickson

Alessandro Izzillo

Che cosa ci può raccontare del progetto Enpa - Tribunale? Come è nata questa idea?

La comunicazione sociale ha un iter progettuale diverso dalla comunicazione di un prodotto classico: si è più distesi, sereni; si è consapevoli di poter fare del bene e di sensibilizzare quante più persone possibili.
E' in questo clima che abbiamo lavorato Guglielmo ed io.
Venivamo da un periodo dove per parlare di abbandono si usavano immagini strazianti di padroni crudeli che lasciavano i fedeli amici al proprio destino ai margini di una strada, sapendo come sarebbe finita. E' dando la parola agli animali che il film assume un'altra chiave di lettura, forte ed efficace.

L’idea creativa è molto semplice ed immediata: quante volte da piccolo mia madre mi ripeteva che agli animali mancava solo la parola... E così l'idea di dar voce a chi non ce l'ha diventa realtà nei frames finali, dove la giuria è composta solo dai nostri protagonisti, gli animali.

Si ricorda qualche episodio particolare o curioso?

Eravamo in P.P.M. con la casa di Produzione. Si discuteva di quali, tra gli animali abbandonati in Italia, avrebbero potuto partecipare alle riprese del film. Il regista, come illuminato, propose di chiamare dei cammelli. E' rimasta solo un'idea.
Una volta sul set, è stato divertente vedere una gallina affascinata dalle luci del set, un'iguana spaventata e un coniglio intimidito.
Il regista ha pazientemente girato le scene finali del film con i singoli animali, evitando incontri tra le diverse specie presenti sul set. Poi in post-produzione la magia di averli tutti insieme.

La produzione è stata tutto sommato semplice: d’altro canto, il cast di produzione Quaglia, Merli e Gatti, rispettivamente producer della casa di produzione, regista e direttore della fotografia, promettevano bene per un progetto contro l'abbandono degli animali...

Si può raccontare in due righe un’agenzia come la vostra?

E' un agenzia molto grande, la nostra, con un reparto creativo abbastanza nutrito che fa leva sulla coesione, sul lavoro di gruppo.
Ma la forza e la parte caratterizzante dell'agenzia è nelle diverse direzione creative, che danno un sapore mai uguale alle tante campagne firmate McCann.

Un’occhiata sul futuro della comunicazione....

L'anno scorso in India è andata on air una campagna stampa Coca-Cola sul tema del refreshment: è pomeriggio, fa caldo molto caldo ed un ragazzo è sdraiato per strada a fare un riposino; a fargli ombra e a difenderlo dal sole c'è una pila di casse Coca-Cola.
Oppure quello in cui il barbiere rinfresca il proprio cliente con un vaporizzatore collegato ad un bottiglia di Coca-Cola piena d'acqua.

Nei prossimi anni mi auguro che la comunicazione italiana ed internazionale sia avvicini sempre più a questo modo di comunicare, semplice ed ispirato da scene di vita vera. Sognare senza volare.
E' la sintesi e la semplicità di un messaggio, visivo e lessicale, che deve essere sfida per tutti quelli che vogliono parlare di comunicazione. "Cancer Cure Smoking" diceva un claim di una campagna contro il fumo. Senza aggiungere altro.

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
banner sqaure ms 21
smm day
Statistiche
Il sito ha ricevuto 7438230 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 3611 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 1050 utenti in linea
(di cui 2 registrati)
Ultimo aggiornamento:
21 maggio 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi