ENTRARICERCA

Luca Cavallini

Il viaggio del Messaggio: Dal brief in poi il messaggio vive diversi processi creativi che fanno in modo che una volta arrivato a destinazione, il viaggio non si fermi...

Senza titolo

Luca Cavallini
Owner / International Clients Director
Artefice Group

Quale metodo deve perseguire il professionista per sviluppare un contenuto di valore che arrivi al destinatario del messaggio e che da lì riparta per prendere nuova vita?

La Digital Transformation ha cambiato il mondo negli ultimi 10 anni: la nascita di nuove piattaforme di comunicazione, l’integrarsi dei media tradizionali con i nuovi media, la mutazione dei linguaggi e delle modalità di interazione tra persone e tra persone e brand. Oggi la comunicazione di marca efficace è quella in grado di far vivere esperienze, scambi empatici e funzionali capaci di nutrire la relazione tra brand e persone. Alla luce di questo nuovo paradigma, nasce il nostro metodo BrandLanguageDesign®, per interpretare questo cambiamento e tiene conto dell’iperconnessione e della rapidità nelle relazioni.

ANALISI, STRATEGIA, CREATIVITÀ e OUTPUT sono i quattro pilastri del nostro metodo per costruire una brand identity forte e distintiva che si traduce in un linguaggio che racconta la storia di marca. Lo storytelling oggi sembra essere la strategia più immediata, empatica e diretta per parlare al pubblico dei valori della marca e dei prodotti. Storytelling significa creare i presupposti per instaurare un dialogo con i consumatori.

Attraverso il Brand Language Design® diamo vita al racconto dell’identità e dei valori della marca e, cosi facendo, coltiviamo e definiamo la sua relazione con i destinatari del messaggio di comunicazione. Attraverso Il Brand Language Design® definiamo, creiamo e sviluppiamo i legami che caratterizzano la relazione tra l'impresa/marca e gli individui, prefiggendoci di creare un’esperienza relazionale unica e memorabile. L’obiettivo finale è mettere ogni persona nella condizione di poter scegliere in maniera consapevole e di scegliere nello specifico per sé. In sostanza, l’approccio ideale consiste nel raccontare di più rispetto al passato, non solo dei valori della marca, ma anche di quello che il consumatore cerca.

Oggi in quale misura siamo disposti a seguire il content marketing di marca? I social favorendo la condivisione sono il canale ideale per ingaggiare l’utente?

La relazione con i consumatori è diventata ormai multiforme, multicanale e mette il brand sotto costante osservazione. Le marche devono continuamente imparare a gestire ogni loro “forma di rappresentazione” digitale e/o fisica che sia. La gestione dei contenuti avviene attraverso nuovi strumenti e nuove figure professionali.

L’analisi e l’interpretazione dei dati da un lato é diventata un’attività necessaria per definire un linguaggio adatto e unico non solo per parlare, comprendere, dialogare, ascoltare e rispondere. Ma occorre andare al di là dei numeri: non basta sapere quante persone parlano di noi, non basta sapere chi parla di noi e non basta neanche sapere quanti ne parlano bene e quanti male.

L’analisi dei dati aiuta i brand a capire il perché delle cose, perché le persone parlano bene o male di una marca, serve a individuare i desideri e i bisogni delle persone e indica quali sono i momenti e i luoghi più proficui per costruire la relazione. In sintesi, per realizzare un progetto efficace è necessario lavorare a un processo di costruzione continua dell’esperienza di marca. Il content marketing dall’altro lato è oggi uno degli elementi chiave del rapporto tra la marca e le persone. La creazione di contenuti, la scelta di immagini e video più originali e attraenti in grado di ispirare gli utenti ed in linea con il proprio business non è sempre un’operazione semplice da realizzare ma riteniamo svolga un ruolo fondamentale per l’instaurazione di un reale dialogo tra brand e persone.

É in questo contesto che si inseriscono, quindi, le figure dell’head of content e content strategist. Conoscere il proprio pubblico, sapere chi sono, dove vanno, cosa fanno e cosa pensano è il compito principale di queste figure e i social media sono uno straordinario strumento per la raccolta dati e l’analisi, ma soprattutto di dialogo per un efficace engagement con gli interlocutori prescelti.

mediastars 20

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
illy mitaca
smm day
Statistiche
Il sito ha ricevuto 7821983 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 2105 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 3567 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
8 agosto 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi