ENTRARICERCA

Marco Briotti

Il viaggio del Messaggio: Dal brief in poi il messaggio vive diversi processi creativi che fanno in modo che una volta arrivato a destinazione, il viaggio non si fermi...

Senza titolo

Marco Briotti
Chief Marketing Officer
DIGITAL.MILL

Quale metodo deve perseguire il professionista per sviluppare un contenuto di valore che arrivi al destinatario del messaggio e che da lì riparta per prendere nuova vita?

L’adozione di procedure consolidate con l’esperienza e internalizzate in azienda, sono alla base di ogni progetto che Digital Mill affronta. Da sempre sono convinto che il solo estro o colpo di genio non possa condurre in salvo progetti sempre più complessi e multidisciplinari.

L’ispirazione è quella dell’Agile Unified Process: un processo seriale su larga scala e iterativo su piccola scala. Seriale perché è diviso in una prima fase incentrata sulla progettazione e una seconda fase incentrata sulla realizzazione. Iterativo perché l’esecuzione del processo prevede delivery parziali ed incrementali rispetto al perimetro di progetto.

L’interazione continua e documentata col Cliente consente di correggere il tiro, sia in fase progettuale che realizzativa, e dunque di arrivare a un risultato finale in linea con le sue aspettative.

C’è però una capacità non sempre rintracciabile sul mercato e secondo me fondamentale per ottenere questi risultati: la capacità di ascolto (e di requisitazione) di account e pm, le prime linee sul Cliente. Se ho un metodo ma non ascolto con attenzione il Cliente, difficilmente il risultato finale sarà corrispondente ai suoi desiderata (tanto più che questi, non sempre sono in linea con quanto il mercato e il marketing suggerirebbero…).

Dall’ascolto, parte una fase interna di confronto del team di lavoro sul progetto, di analisi delle idee, di studio degli scenari competitivi, di suggestioni e identificazioni in personas capaci di aiutarci a capire come e cosa comunicare. Ma è solo l’inizio del processo.

In questa fase serve il guizzo, la capacità dei creativi di inventare (o reinventare) un messaggio per il brand o prodotto in questione. E’ una delle poche fasi “anarchiche” di un progetto: vale tutto, si dice tutto, si mette sul tavolo tutto. Poi si torna nei ranghi e si lavora a perfezionare l’idea vincente, a incanalarla nel metodo.

Oggi in quale misura siamo disposti a seguire il content marketing di marca? I social favorendo la condivisione sono il canale ideale per ingaggiare l’utente?

I Social sono uno scenario oggi difficilmente ignorabile. Da lì a investirli di capacità intrinseche di produrre fatturato diretto, ce ne corre… Sicuramente, la maggiore attenzione ai contenuti la percepisco positivamente.

Il problema però non lo vedo sui contenuti in sé, ma nella qualità dei contenuti. Fanno la differenza se intercettano le mie domande e i miei bisogni, se risolvono i miei dubbi nel momento in cui mi vengono. Per questo il contenuto è fondamentale anche in ottica Search, punto di partenza di molte navigazioni online.

Se è una risposta e non un’imposizione, credo siano seguiti e generino ottimi risultati.

Quali sono gli errori da non commettere in comunicazione?

La domanda è infinita. Rispondo ribadendo un concetto che meriterebbe maggiore attenzione da parte delle aziende e dei marketers: oggi non c’è più un davanti o dietro le quinte. La globalizzazione e i social hanno reso un tutt’uno stage e backstage. Dobbiamo imparare a comunicare ciò che siamo, in modo etico, trasparente e veritiero. Ciò sarà un bene per il mondo ma anche per noi: da una parte tenderemo a migliorarci, dall’altra eviteremo scivoloni sempre più frequenti.

Mi spiego meglio. Se racconto oggi una non verità, è molto probabile che questa verrà letta o ascoltata da tante persone. Queste, per mera questione statistica, potranno essere al corrente della verità vera e dunque smascherarci. Con i social è un secondo: saremo travolti da una valanga difficile da gestire.

Ritengo che questa sia la regola numero uno e lascerei ad altri le restanti nove.

mediastars 20

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
smm day
illy mitaca
Statistiche
Il sito ha ricevuto 7822947 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 2189 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 142 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
8 agosto 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi