ENTRARICERCA

Giada Mazzoleni
Consumer Playmaker: Nella delicata fase d’arrivo presso l’audience di riferimento, quali sono le condizioni che regolano la buona ricezione del messaggio?

Senza titolo

Giada Mazzoleni
Account Manager www.studiomeme.it

L’utente come percepisce la diversa tipologia di messaggi nell’affollamento quotidiano degli avvisi pubblicitari? Quale tipo di engagement risulterà maggiormente gradito?

In comunicazione un po' per caso, dapprima una maturità classica e una laurea in Linguaggi dei Media, poi la scelta di approfondire le dinamiche di produzione audio e video verso cui la nostra comunicazione tende sempre più. Da lì, la totale fascinazione nei confronti del mezzo, del linguaggio e del simbolo, di cui oggi è sempre più impregnata la realtà digitale. Siamo continuamente bombardati da informazioni, da stimoli; che siano pubblicitari o informativi non fa più alcuna differenza. L'obiettivo del digital marketing è quello di inglobare più audience possibile all'interno del proprio brand, instaurando meccanismi di appartenenza identitaria, certo rispettando differenze e creando opportunità per esse. I metodi e gli esiti sono i più meravigliosi: storytelling, storydoing, real time marketing... Penso a Genertel qualche anno fa con il sottomarino L1FE, penso a Citroen e alla Monna Lisa con Sgarbi autista... Non una burla, ma la sincera costruzione di un messaggio, vincente se studiato su più livelli di linguaggio, su più background, richiedendo uno sforzo intellettuale, non solo empatico allo spettatore; perdente se debole, se apparente, se copiato. Parlo di narrazione. Credo che questo sia il sostanziale spartiacque tra un messaggio gradito e un messaggio non gradito: il racconto, che cita background conosciuti al pubblico, sfruttando media idonei e soprattutto spingendo all'emozione.

Spesso non ci accorgiamo di quanto gli algoritmi stiano pilotando le nostre scelte attraverso l'utilizzo dei Big Data. Quale sarà Il futuro della comunicazione? Sarà esclusivamente Data Driven o c’è la possibilità di una svolta creativa Human Driven?

Qualsiasi mio suggerimento d'acquisto online è costantemente definito da un approccio analitico al mio comportamento. Nessuno può sottrarsi. E' la proiezione di una realtà quantitativa. Il problema è l'aspetto qualitativo. Possiamo però avvalerci di frame per riconoscere la natura di questo journey digitale e approvarla o meno, rifiutando tutto quello che è vuoto, appositamente costruito per aggirare la nostra consapevolezza. Come? Allenandoci: aggiornando costantemente le nostre conoscenze in materia di strumenti che ci facciano diffidare da tutto ciò che è fake, ridondante, rumors. Il consumatore è sempre più qualificato, è dato, ma è anche persona. Compito del brand indagarlo con i Big Data e stupirlo con la creatività,prerogativa umana.

All’interno di un mercato sempre più esigente e competitivo, l’elemento cardine per le aziende resta la reputazione, attraverso la quale sono quotidianamente sotto esame da parte dei consumatori. La sostenibilità può aggiungere personalità al brand, suscitando un interesse più marcato nelle nuove generazioni?

L'istanza alla sostenibilità di un'azienda oggi è il continuum dell'istanza di globalizzazione degli anni 2000, o ancora alla sensibilizzazione a tematiche sociali mondiali degli anni 90. Compito oggi degli agenti di marketing è il riconoscimento di un cluster su cui spingere la costruzione di una battaglia mediatica che possa diventare simbolo di rinnovamento e rinascita dell'azienda in un determinato settore (l'olio di palma nel settore dolciario per esempio). Le aziende scendono dal gradino da cui osservavano il mercato e si siedono accanto ai consumatori che a differenza degli anni 80 vogliono andare più a fondo rispetto alla mission di un brand, indagando una totale aderenza tra l'acquisto di un prodotto e la condotta aziendale al di fuori del momento d'acquisto. Se un tassello viene a mancare o stona, la brand reputation crolla. Le nuove generazioni cercano fiducia e la trovano oggi nella trasparenza di politiche aziendali volte appunto alla sostenibilità ambientale e etica, in perfetta linea con i trend attuali. Quali saranno i prossimi? Compito dei Big Data scovarli e della creatività umana comunicarli.

Mediastars 21

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
illy mitaca
Tiky ms21
Statistiche
Il sito ha ricevuto 7905303 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 1512 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 249 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
8 agosto 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi