ENTRARICERCA

Franco Scarpa
Responsabile Commerciale Immaginario Divisione Multimediale Pallino & Co.

Franco Scarpa

Nel creare un sito web, quali sono gli obiettivi che vi proponete?

Uno degli elementi che ci caratterizzano è quello di impegnarci nell’elaborare una creatività motivante e motivata, e mai fine a se stessa..
Ne sono esempio i nostri stessi web site, www.pallino.it e www.immaginario.com, per i quali abbiamo cercato di evitare due dei rischi che a nostro parere si manifestano sempre più frequentemente in Internet, ovvero: realizzare pure e semplici vetrine di rappresentanza, ormai scontate anche per i navigatori occasionali; sottomettere il messaggio al mezzo, con l’inevitabile risultato di banalizzare lo stile e l’espressività fino alla standardizzazione.

Per promuovere noi stessi, invece, abbiamo cercato di percorrere una strada alternativa, nella quale sfruttare sì tutte le potenzialità del web, ma senza mai rinunciare alle regole di una comunicazione corretta e accattivante. Una sfida che, grazie ad oltre trent’anni di attività nel settore dell’advertising classico, ci siamo posti con fiducia ed ottimismo e che, considerando gli apprezzamenti che stiamo ottenendo da parte di più interlocutori e in più occasioni, possiamo affermare di aver superato con esiti positivi.
In sintesi, l’obiettivo al quale abbiamo mirato fin dalle prime fasi dell’ideazione dei due web site è stato quello di offrire a chi ci visita on line non solo un’occasione virtuale ma anche e soprattutto un’opportunità reale per misurarci e coglierci sui fatti, valutandoci proprio sul nostro stesso terreno professionale.

Sostanzialmente da qui, oltre che da ulteriori considerazioni, sono nati i concept di “campo della comunicazione” per Immaginario, e di “site park” per Pallino: ambientazioni inusuali, scenari curiosi, animazioni surreali, arricchite da un linguaggio dai toni ironici ma non superficiali, che invogliano il navigatore ad attraversare i diversi paesaggi delle varie sezioni, mantenute costantemente aggiornate e variate anche creativamente sulla base dell’esigenza di ulteriori inserimenti di novità e notizie.
A tutt’oggi, quindi, chi entra nei nostri siti ha la possibilità di scoprire non solo chi siamo, dov’è la nostra sede, quali sono i nostri clienti e quali servizi offriamo, ma anche e soprattutto come operiamo, qual è il nostro stile e il nostro background, qual è la nostra concreta idea di creatività e quali forme espressive siamo in grado di elaborare. In definitiva, più che semplici siti Internet, delle vere e proprie “campagne” on line.

Come pensate di affrontare gli scenari futuri della comunicazione sul web?
L’intuizione di avvertire fin dai primi anni Novanta le notevoli possibilità dei nuovi linguaggi multimediali e interattivi in ambito pubblicitario ci ha permesso non solo di offrire servizi all’epoca assolutamente innovativi ma anche di costruire al nostro interno competenze e professionalità sempre più competitive.

Il processo di ampliamento, però, non ci ha mai portato ad abbandonare definitivamente i linguaggi, le modalità e le opportunità della comunicazione tradizionale, perché siamo sempre stati convinti che saper coniugare con efficacia e competenza i linguaggi dell’on line con quelli dell’off line potesse rappresentare un ulteriore e non comune punto di forza. Una convinzione che oggi, a differenza dalle strutture dedicate unicamente al web, ci consente di qualificarci come realtà attiva su più fronti e quindi con un’ampia offerta di servizi, attivabili singolarmente o sinergicamente.

Date queste premesse, per il futuro la nostra impressione è che ci siano tutti i presupposti per continuare a puntare sulla stessa combinazione, confermata anche da analisi recenti che dimostrano come una campagna cross media nella quale parte del budget sia destinato ad Internet ottenga risultati decisamente migliori rispetto a una seconda presentata solo attraverso i media tradizionali.
Un vantaggio strategico ormai acquisito, a cui si affianca uno di ordine economico: integrando i mezzi, infatti, non si chiede ad un’azienda di aprire un nuovo capitolo di spesa specifico per il web, ma semplicemente di dirottare parte del budget già preventivato verso i canali della pubblicità online.

Pertanto, per affrontare con successo gli scenari dei prossimi anni, un orientamento univoco al web e alle nuove tecnologie non ci appare né adeguato e né esaustivo, soprattutto se questo significasse un progressivo gap con gli altri media, forme e linguaggi della comunicazione pubblicitaria.
Tra l’altro, se così fosse, Internet diventerebbe uno strumento di nicchia, perdendo perfino quelle caratteristiche di mezzo d’accesso facile e immediato che ne hanno, fino ad ora, decretato il successo.

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
smm day
banner sqaure ms 21
Statistiche
Il sito ha ricevuto 7422144 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 3773 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 195 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
15 maggio 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi