ENTRARICERCA

Massimo Staiti
Small is the new big: uno spunto di riflessione di tendenza nell'attuale mondo della comunicazione.

Senza titolo

Massimo Staiti
Owner Jumpcutmedia Milano

Piccolo è il nuovo grande. Come interpretare questa nuova valenza messa in risalto da Seth Godin, scrittore di successo e guru del marketing?

La nostra azienda è una piccola realtà che ha avuto la possibilità di partecipare a grossi progetti, siamo quindi una società che, nonostante le dimensioni ridotte, compete e collabora con quelle più grandi. I nostri vantaggi sono:
• essere snelli, i passaggi tra le varie sezioni sono diretti e senza
complicazioni, anche a livello burocratico
• contatto diretto con i clienti e loro esigenze, a seconda del progetto
cerchiamo di coinvolgere le persone più adatte e necessarie
• visione più umana delle situazioni, riusciamo a vedere in modo globale e riduciamo al minimo i passaggi tra noi e il cliente • rapporto più empatico con il committente e di conseguenza prodotti di alta qualità e costi di produzione più bassi. Avere una struttura di questo tipo ci rende appetibile sia per i grossi mercati, poiché abbiamo dei costi più bassi, tempi di risposta inferiori e non necessitiamo di ingombranti prassi burocratiche, sia per i mercati locali che già sanno di non andare incontro a grosse spese contattandoci, grazie all’adattamento che applichiamo al rapporto tra idee e budget, in più ci vedono come una realtà simile alla loro, più raccolta.
La lavorazione da noi utilizzata si discosta molto da quella industriale serializzata, e lascia il posto ad un approccio artigianale fatto su misura per il cliente.

La riduzione dei budget può portare all’ottimizzazione della strategia di comunicazione delle grandi aziende?

Molte volte quando si ha a che fare con un grosso budget si pensa subito all’utilizzo di virtuosismi tecnici che siano d’impatto e ci si dimentica di focalizzarsi sull’idea. Quando i budget sono ridotti si è invece obbligati a veicolare l’attenzione sulla creatività, concentrandosi quindi sulle tecniche di comunicazione. Diventa dunque necessario ottimizzare il tutto e fare in modo che le varie voci si incastrino tra loro, così da riuscire ad impiegare una minore quantità di tempo e denaro. Si darà quindi maggiore importanza al lavoro organizzativo.

Come le aziende seguono la tendenza dell’attenzione al singolo, al mercato one to one, ai social network per distinguersi nella comunicazione attuale?

Al giorno d’oggi la cosa più importante non è raggiungere le masse ma avvicinarsi a gruppi di persone ben targettizzate. Per questo motivo oggi ha più valore un insieme di pochi individui ma ben riconoscibili (in ambito di interessi, gender e età) piuttosto che raggiungere grandi masse che magari non sono completamente interessate al contenuto proposto. I social network sono utili perché forniscono un immediato riscontro: se la gente interagisce stai raggiungendo persone interessate al contenuto, quindi potenziali consumatori. Il rapporto tra media e persone non è più freddo e passivo ma biunivoco e attivo.

Senza titolo

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
smm day
Tiky ms21
Statistiche
Il sito ha ricevuto 7726358 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 2423 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 3420 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
8 agosto 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi