ENTRARICERCA

Armando Testa
Agenzia di Pubblicità.

armando testa

Quanti significati può avere un Bacio?Tantissimi. Sia per chi lo dà sia per chi lo riceve.

Il Bacio è un simbolo emotivo unico, il tramite attraverso il quale esprimere, in qualsiasi momento, affetto e sentimenti ad altre persone; un veicolo di comunicazione che consolida le relazioni.
Con l'attuale campagna pubblicitaria, ideata dell'Agenzia Armando Testa, sì è voluto giocare con ironia sul diverso significato che il donatore o il ricevente possono dare al Bacio; renderlo accessibile e fruibile, modulando il significato dell'affetto a seconda dell'occasione e del destinatario: c'è sempre un motivo per dare/ricevere un Bacio.
Il Bacio diventa così lo strumento per sondare la reazione affettiva del ricevente e per dare il giusto contenuto di affetto all'offerta dello stesso.
Il claim "Un Bacio. Cosa vuoi dirmi?" sigla la campagna prendendo simpaticamente in giro l'anima retorica del Bacio e valorizzandone l'anima disimpegnata e moderna.
I filmati sono stati realizzati dalla Casa di Produzione Movie Magic con la regia di Graham Rose e la fotografia di David Walsh.
La musica è una cover di "Wishin' and hopin" di B. Bacharach/H. David.

Potenza e poesia per Lancia Thesis.

Lancia Thesis torna in comunicazione con Armando Testa per lanciare le nuove motorizzazioni 3.2 V6 230 cavalli e 2.4 multijet 20V da 175 cavalli.
Il lancio dei motori è anche occasione di approfondimento del posizionamento di comunicazione per l'ammiraglia di casa Lancia.
Come emerge dalle ricerche psicografiche, i quarantenni di reddito medio elevato sono alla costante ricerca del benessere interiore e intendono il lusso non come ostentazione di ricchezza ma come riappropriazione del proprio tempo e cura di sé. Questi gentlemen del nuovo millennio non scelgono auto potenti per dimostrare il loro status ma solo per il piacere di guida, la fluidità e il comfort che ne ricavano.
Lancia Thesis per le sue caratteristiche di potenza e di comodità è la migliore interprete di questa filosofia, riassumibile nel concetto "Smooth your way"
"Molti cavalli. E un cavaliere" è il claim che sintetizza la personalità dell'auto e di chi la guida. Un uomo che pur potendosi permettere il meglio ne fa un uso discreto, non arrogante e ostentativo. Questi valori sono perfettamente coerenti con il Brand Lancia e la sua storia, fatta di stile ed eleganza.
Lo spot TV vanta una testimonial d'eccezione: Maria Grazia Cucinotta. L'attrice, simbolo della bellezza italiana nel mondo, è ripresa durante una passeggiata in bicicletta lungo un viale alberato. La sua pedalata viene però disturbata dal passaggio di auto potenti e veloci. I capelli si scompigliano, la gonna si alza intralciando i movimenti. La donna è sempre più infastidita. Una Lancia Thesis - di cui abbiamo già goduto per alcuni secondi la performance dinamica - sopraggiunge con andatura decisa alle sue spalle. L'attrice si prepara all'ennesimo spostamento d'aria. Ma la gonna ha solo un lieve sobbalzo e l'aria le accarezza i capelli: l'auto la sorpassa lenta, silenziosa, fluida.
Il film si chiude con uno scambio di sguardi tra la donna e il conducente, quasi il riconoscimento dell'appartenenza a uno stesso mondo, nel quale le dimostrazioni di potenza lasciano spazio alla gentilezza e alla sensibilità. Girato a fine maggio tra il parco di Monza e la Brianza, lo spot è stato diretto dal pluripremiato regista olandese Thed Lenssen. La presenza della bellissima attrice sul set del parco di Monza ha attirato una folla di curiosi che ha assistito alle riprese con partecipazione ed entusiasmo.
Alquanto sofisticata la scelta musicale: "Quelqu'un m'a dit" di Carla Bruni, doppio disco d'oro e vera rivelazione dell'anno. Una delle interpreti oggi più famose in Europa, simbolo dello stile e del gusto italiano nel mondo.
Il brano musicale è un cocktail di dolcezza e sensualità che contribuiscono a rendere unica l'atmosfera del film.
Incentrati sul medesimo concetto anche la campagna stampa quotidiana e periodica e il radiocomunicato in onda su Radio 24.

Lavazza Paradiso: Lavazza, un caffè corretto simpatia

Una buona pubblicità, in fondo, dovrebbe assomigliare un po' ad un buon caffè. Essere cioè un momento di pausa e di piacere, buon umore e divertimento. Da sempre la comunicazione Lavazza ha cercato di intrattenere il pubblico con simpatia ed ironia. In questo filone si è inserita la Campagna Paradiso ideata dall'Agenzia Armando Testa.
Nel 1995 vengono realizzati i primi filmati con Tullio Solenghi e Riccardo Garrone. Il caffè Lavazza è un piacere buono ed irrinunciabile, senza il quale non si riesce ad essere perfettamente felici nemmeno in Paradiso.
Dopo quattro anni di successi, nel 2000 entrano in scena due nuovi testimonial:
Paolo Bonolis e Luca Laurenti. Con questi due nuovi protagonisti, il paradiso di Lavazza si arricchisce di nuove avventure e spunti narrativi, senza mai abbandonare quei toni di simpatia e gusto dello spettacolo che da sempre sono la costante vincente della comunicazione Lavazza.

E' ancora una volta la libertà di scelta, il tema portante del nuovo format di comunicazione Tim.

Lo spot creato dall'Armando Testa racconta di una ragazza di oggi che cambia vita scegliendo di "vivere senza confini" in un modo del tutto inaspettato, dando così il via a una serie di avventure che la vedranno protagonista di storie sempre diverse.

Per il filmato di lancio, un imponente lavoro di preparazione, un cast di più 100 comparse, un set ambientato in Spagna vicino al confine francese e soprattutto linguaggio visivo di puro taglio cinematografico, sono gli ingredienti base del racconto.

Un discorso a parte per quanto riguarda la protagonista, che ha richiesto un lungo e accurato lavoro di selezione condotto in Italia e all'estero prima di identificare in Kasia Smuktniak, 23enne di origine polacca, il nuovo personaggio che rappresenterà l'azienda leader nella telefonia mobile.

La regia dello spot è affidata a Angel Gracia, pluri premiato autore dì importanti video per star del calibro di Madonna, Enigma, Heaven 17 e, naturalmente, di numerose campagne a diffusione internazionale.

Un insieme di talenti, idee e mezzi, che già prefigurano un'avvincente passo avanti per una saga pubblicitaria come quella della Tim, che ormai da anni miete successi presso il pubblico italiano.

Lancia Y - Un triangolo rosa

Il triangolo rosa non è, come qualche malizioso potrebbe pensare, quello che si instaura tra la bellissima Hertzigova e le giocatrici maschili del biliardo, ma quel lembo di vestito che sbuca dalla Y quando la bella Eva scappa. Un caso? Un errore di shooting? No. E' un'intenzionalissima distrazione che si è fatta molto notare nell'ultima campagna per la Lancia Y Vanity.
Ma non è l'unica cosa degna di nota. Perchè a cominciare dalla musica, la straordinaria Sex Bomb reinterpretata dai Palast Orchester che ormai si sente un po' dappertutto, dal casting maschile più femminile mai apparso, fino alla scenografia, tutto concorre a rendere un po' speciale questa seconda puntata di Lancia Y, pour homme che, nella versione Vanity, diventa anche pour femme come dimostra superfemminilmente Eva.
La casa di produzione è la stessa Filmmaster che già aveva prodotto il film in cui Eva si faceva la barba, cosi come Luca Maroni alla regia e, ovviamente, il team creativo dell'Armando Testa.
In campo sportivo si dice: squadra che vince non si cambia. E in pubblicità vale la stessa regola? Al pubblico l'ardua sentenza.

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
smm day
Tiky ms21
Statistiche
Il sito ha ricevuto 7511222 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 3837 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 928 utenti in linea
(di cui 4 registrati)
Ultimo aggiornamento:
17 giugno 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi