ENTRARICERCA

La Milanesiana 2010
La XI edizione del festival, dedicato ai Paradossi, è a Milano dal 5 al 19 luglio 2010

Senza titolo

La Milanesiana 2010, dedicata ai Paradossi, ha in cartellone dal 5 al 19 luglio oltre 30 appuntamenti: 14 serate tra Sala Buzzati e Teatro Dal Verme, 2 giornate di proiezione allo Spazio Oberdan con i registi ospiti della manifestazione; 7+1 Aperitivi con gli Autori – alle ore 12 – presso la Sala Buzzati e il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, a cura della Fondazione Corriere della Sera, di cui saranno protagonisti gli ospiti della serata precedente affiancati da scrittori, giornalisti, scienziati, intellettuali, chiamati ad un confronto su temi centrali della vita culturale e politica.
La Milanesiana 2010 invita inoltre il suo pubblico a seguirla in tutta la città, in nuovi spazi oltre a quelli tradizionali: 3 incontri sul tram, a cui seguiranno 3 concerti nei poli universitari Bicocca, Bovisa e alla Biblioteca Chiesa Rossa; 1 appuntamento al Teatro di Verdura e 1 al centro di aggregazione giovanile Barrio’s, e alle Cartiere Vannucci.
In programma l’inaugurazione di 4 mostre d’Arte.

130 ospiti internazionali in scena (1 premio Nobel, 3 premi Oscar, 1 Palma d’Oro, 1 Booker Prize, 1 Medaglia Fields, 1 David di Donatello), 18 Paesi presenti per 18 incontri con protagonisti della letteratura, 9 incontri con protagonisti del cinema, 18 appuntamenti musicali, 2 incontri dedicati alla scienza.

Ci saranno anche due lunghe notti, in cui La Milanesiana proseguirà oltre la mezzanotte.

Il festival è promosso dalla Provincia di Milano, in collaborazione con il Comune di Milano, con il patrocinio della Regione Lombardia e organizzato dalla Fondazione I Pomeriggi Musicali/Teatro Dal Verme.

» scarica il programma (pdf.pdf, 1,3 MB)
Nata da un progetto di Elisabetta Sgarbi per dare voce ai protagonisti delle diverse discipline artistiche e della cultura mondiale, La Milanesiana giunge quest’anno all’undicesima edizione e amplia la sua formula che, come è accaduto in questi anni, aggiunge alla centralità delle serate nuove modalità e occasioni di incontro con gli artisti ospiti. La Milanesiana infatti trae la sua ricchezza anche dalla capacità di modificare la propria struttura. Quest’anno La Milanesiana si moltiplica, attraversa la città, si decentra. Per questo si inizierà in Tram con La Milanesiana, attraverso l‘incontro “itinerante” con autori, scrittori e musicisti lungo le vie cittadine, un’iniziativa sperimentata nell’edizione precedente e che inaugura La Milanesiana 2010, e si continuerà al centro di aggregazione giovanile Barrio’s, al Teatro di Verdura e alle Cartiere Vannucci, che ospiteranno due mostre.

La Milanesiana 2010 si muove in città, amplia il raggio della voce dei suoi artisti e si conferma uno dei festival più amati, longevi e innovativi, capaci anche di far proprie sedi inusuali e modalità imprevedibili, cercando di favorire una fruizione della cultura e dell’arte ampia, partecipata, accessibile.

I primi tre giorni del festival saranno infatti scanditi da tre appuntamenti – letture, performance musicali e serate – a partire dalle ore 17. La Milanesiana si sposterà in tram nelle strade cittadine, si fermerà per i concerti nelle piazze dei poli universitari Bicocca e Bovisa, della Biblioteca Chiesa Rossa e andrà poi in scena alle ore 21 in sala Buzzati, uno spazio ormai integrato nella storia di questo festival e che, in questa edizione, ospiterà le prime tre serate e l’ultima.

Questa edizione inoltre proporrà al suo pubblico, con maggior determinazione rispetto al passato, l’arte del Teatro. La Milanesiana, che ha da sempre ospitato le principali personalità della scena italiana, aprirà con lo spettacolo "Omaggio a Cesare Pavese. Non fate troppi pettegolezzi", protagonista Fabrizio Gifuni, e chiuderà con "Magic People Show", con Enrico Ianniello, Tony Laudadio, Andrea Renzi e Luciano Saltarelli.

Come nell’edizione 2009 con “La Milanesiana in Mostra”, dedicata ai protagonisti dei primi 10 anni della manifestazione, La Milanesiana si apre nuovamente all’Arte con 4 appuntamenti: la mostra "Il cane a sei zampe" a cura di eni, allestita negli spazi di Sala Buzzati, dedicata all’evoluzione di uno dei loghi più conosciuti al mondo attraverso le firme e gli studi dei grafici e designer che lo hanno reinterpretato nel tempo. La mostra "La classe morta" dello scultore e scenografo siciliano Cesare Inzerillo, che era già stato ospite de La Milanesiana insieme a Ciprì e Maresco, e la mostra del fotografo Mario Dondero "Dello Sguardo, della Vita. Un film del Novecento", presso le Cartiere Vannucci, che propone le immagini di scrittori scattate tra gli anni ’50 e ’70, e infine "Donna con rosa", di Franco Battiato.
Ma l’Arte firma anche due serate, con la presenza delle opere di Cesare Inzerillo lunedì 12 luglio – la stessa serata che ospita George Romero – e con le immagini di Maurizio Bottoni il 16 luglio, autore di strepitose nature morte nella serata dedicata ai paradossi della Natura.

La Milanesiana conferma come appuntamenti centrali del suo programma gli Aperitivi con gli Autori, ospitati presso la Sala Buzzati e – uno soltanto, presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci – a cura della Fondazione Corriere della Sera, che da anni permettono di avvicinare i protagonisti in una veste più diretta. Gli incontri, saranno coordinati quest’anno da Antonio Gnoli, Dino Messina, Alberto Pezzotta, Ranieri Polese, Armando Massarenti e Susanna Nirenstein.

Il momento del dialogo con i protagonisti della Milanesiana quest’anno si arricchisce anche di due appuntamenti pomeridiani, il primo al Teatro di Verdura, dedicato al Paradosso Dio, e il secondo presso il centro di aggregazione giovanile Barrio’s, dedicato al tema Donne e paradossi.

Anche in questa edizione verranno consegnati i premi Fernanda Pivano a Joyce Carol Oates, Rosa d’Oro della Milanesiana ad Aharon Appelfeld, Omaggio al Maestro a Jane Campion e il premio Montblanc a Wendelin Werner.

Infine La Milanesiana renderà un omaggio forte e commosso a due Maestri della Letteratura e del Cinema, scomparsi nel 2009, che sono stati nel tempo ospiti e amici generosi del festival: Fernanda Pivano, a cui sarà dedicata una lunga notte, e Luciano Emmer.

La Milanesiana, è sostenuta da: Main sponsor Fondazione Corriere della Sera, Gioco del Lotto – Lottomatica, eni, Banca Popolare di Milano, Milano Serravalle – Milano Tangenziali Partner Università IULM, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, Commissione Europea Rappresentanza in Italia, Fondazione Cineteca Italiana, ATM Altri sponsor GFK, Grafica Veneta, Giacomo Ristorante, UNA Hotels & Resorts, Seven Stars Galleria Grazie inoltre a MITO, Vodafone, Montblanc, Foglie, fiori e fantasia, Betty Wrong, Fondazione Fernanda Pivano, Gioielleria Fratelli Chiaravalli, Studio Volpatti associati, Cartiere Vannucci - Magazzini dell’arte, Galleria Ceribelli, Magoni, Nikolight, Primafila.

INFO

Provincia di Milano
Cultura
Spazio Oberdan
V.le Vittorio Veneto, 2
20124 Milano

Tel: 02.7740.6305
Fax: 02.7740.6351
u.maerna@provincia.milano.it

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
banner sqaure ms 21
illy mitaca
Statistiche
Il sito ha ricevuto 7514852 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 3042 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 4965 utenti in linea
(di cui 5 registrati)
Ultimo aggiornamento:
17 giugno 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi