ENTRARICERCA

EDITORIALE MEDIASTARS
di Giulio Rodolfo

MEDIASTARS è oramai considerato uno dei più autorevoli riconoscimenti a livello nazionale per la realizzazione di campagne di Advertising e Comunicazione poiché è un premio indipendente attento a rifuggire da qualsiasi business che potrebbe limitare la sua inattaccabile trasparenza; un premio originale ed innovativo che si è posto il grande obiettivo di cambiare le logiche vigenti nell’ambito delle competizioni pubblicitarie; un premio che ha creato Giurie di altissima qualificazione tecnica; un premio che riconosce le più importanti personalità italiane a livello tecnico.

Quest’anno l’ambita e qualificante Stella, simbolo del premio, è stata assegnata per le seguenti Sezioni: Stampa, Radio, Tv/Cinema, Pubblicità Esterna ed Indoor, Tecnica Audiovisiva, Corporate Identity, Promotions, Packaging Design, Netstars/Internet, Adv On Line, No Profit e Dvd.

Per questa XI° edizione le Giurie sono state confermate oltre un centinaio di presenze di qualificati professionisti designati dalle Associazioni patrocinanti, e di professionisti invitati dalla Segreteria del premio da Agenzie e Case di Produzione e Post Produzione audiovisiva. Come consuetudine rappresentanti di alcune agenzie che hanno iscritto i lavori in concorso, sono stati invitati in qualità di giurati per verificare personalmente la trasparenza del meccanismo di votazione adottato dalle nostre Giurie. Questi naturalmente non hanno potuto valutare le campagne in cui si vedevano direttamente o indirettamente coinvolti con la propria agenzia o casa di produzione, e hanno invece potuto constatare lo svolgimento assolutamente imparziale, aperto e incondizionato delle giurie, ricevendo alla fine di ogni seduta il risultato finale della selezione stessa.

Le Giurie così composte hanno valutato complessivamente un numero di 629 lavori e espresso le proprie valutazioni in merito all’originalità dell’idea creativa, alla realizzazione e al valore comunicazionale del lavoro prodotto all'interno del media in cui si esplica. Dopo una prima valutazione, circa il 20% delle campagne in concorso, per l'esattezza le migliori per ogni Sezione del premio, che saranno tutte pubblicate sul volume Annual, si sono qualificate in Short List e sono state sottoposte ad una nuova valutazione che ha determinato il Premio Mediastar I° Classificato per ogni Sezione del concorso.

I Giurati, con due voti a disposizione, hanno avuto la possibilità di esprimere un giudizio composito, sia di tipo specialistico sulle tecniche impiegate e sia, più in generale, sul valore comunicativo delle campagne in esame.

Da questa impostazione sono derivate due classifiche: la prima in base al valore dell’arte dei tecnici professionisti che hanno collaborato alla realizzazione della campagna la seconda invece in base ai voti riportati dalle diverse campagne nelle diverse sezioni e che porta all’assegnazione dei premi alle prime tre campagne di ciascuna Sezione.

Una delle innovazioni più importanti proposte da MEDIASTARS è quella di aver abolito la suddivisione in categorie merceologiche, portando in gara la realtà della programmazione al pubblico in sequenza libera. In questo modo ogni soggetto pubblicitario concorre da solo contro tutti gli altri della sua Sezione, anche nel caso di campagne multi-soggetto.

In questo modo vengono premiati solo i soggetti in grado di emergere, che hanno una qualità superiore ed una forza comunicativa più coinvolgente.

Inoltre, esaminando i lavori presentati secondo la competenza tecnica di ogni giurato, sono stati attribuiti diversi riconoscimenti ai tecnici professionisti che hanno realizzato le campagne. Questi importanti riconoscimenti chiamati Special Stars costituiscono dunque l’ambito premio assegnato ai Tecnici Professionisti per le singole voci di specializzazione enunciate per ogni Sezione.

Anche per questa edizione del volume, per conferire un’importante significato culturale all’iniziativa e per avvicinarsi il più possibile alle diverse realtà del mondo della comunicazione, è stata nostra cura raccogliere diverse interviste per illustrare una realtà composita espressa in pensieri, considerazioni, personali valutazioni interpretative del momento e del mercato, illustrazione di strategie operative e proclamazione d’intenti, da chi oggi opera con successo nel mondo della comunicazione, sia in agenzia, che in casa di produzione, o nell’ambito della formazione.

In relazione ai riconoscimenti attribuiti per la XI° edizione del premio riassunti in questo fascicolo, per esigenze dell’Editore, saranno qui citati esclusivamente i nominativi delle Società che hanno iscritto i lavori in concorso.

MEDIASTARS ha ricercato un contatto diretto con le agenzie e le case di produzione che hanno partecipato al Premio e con i tecnici professionisti che hanno preso parte alle Giurie selezionatrici. Il dibattito è stato impostato sui temi guida scelti dalla redazione per il decennale: Made in Italy, Globalizzazione, Internazionalizzazione dei mercati, e Glocalizzazione.

Il percorso dei temi relativi alle interviste promosse di Mediastars.

L’attuale percorso di approfondimento svolto attraverso le interviste ai direttori creativi e alle altre figure che lavorano nel comparto della comunicazione italiana, è iniziato sull’Annual Mediastars dell’VIII° edizione, per il quale abbiamo chiesto di rappresentare la creatività espressa e le peculiarità del nostro settore con la frase “uno sguardo intorno a noi”, per provare a capire quali potessero essere esattamente le proprietà e le possibilità della comunicazione italiana. Siamo passati successivamente ad interrogarci su temi quali la formazione legata alle “professioni creative”, e i condizionamenti dovuti allo sviluppo tecnologico, incuriositi dal metodo attuato per il necessario passaggio di consegne tra generazioni di creativi. Con l’edizione attuale giungiamo forse ad un momentaneo punto di arrivo, cercando di individuare più propriamente quali siano i caratteri salienti della comunicazione d’impresa sviluppata in Italia. Esiste dunque uno stile Made in Italy? Cercando di capirne di più abbiamo colto l’occasione per sviluppare un tema intorno a concetti di Globalizzazione, Internazionalizzazione dei mercati, e Glocalizzazione.

Quello che si evince dagli scritti apparsi nel corso dell’ultimo anno sulle maggiori testate giornalistiche del paese è che la situazione socio/economica appare tuttora molto confusa e presenta caratteristiche contraddittorie. Questa, in definitiva, è la dominante che condiziona sensibilmente il settore della comunicazione italiana d’impresa. Gli ingredienti necessari per affermare l’importanza del nostro lavoro sono: crescita e stabilità, ricerca ed innovazione, università per sostenere domani la crescita del Made in Italy attraverso la formazione.

I segnali attuali sono forse (..speriamo..) positivi nel loro insieme. Si può in effetti cominciare a pensare alla possibilità di lasciarci alle spalle il perdurare della crisi economica che ci accompagna da troppi anni e che condiziona infine il nostro operare. In questo senso potrebbe essere necessario raggiungere un’approfondita conoscenza della propria identità di comunicatori, per far emergere le idee creative migliori, e che queste possano poi in qualche modo rappresentarci come comunicazione Made in Italy in occasione delle diverse rassegne internazionali di comunicazione a cui molte Agenzie affidano i propri lavori con l’intento di ottenere graditi apprezzamenti anche dall’estero.

In definitiva in Italia spesso si vuole ricorrere al concetto di eccellenza, in tutti i campi. A questo scopo penso sia utile nel nostro ambito lavorativo avere una coscienza maggiore di sé, tale da far emergere i migliori progetti, in modo che l’eccellenza possa avere una connotazione chiara e presenti requisiti definiti. Quindi noi di Mediastars ci auspichiamo che questo possa avvenire sempre più spesso, in modo che la professionalità di questi artigiani della comunicazione sia sempre riconosciuta, selezionata e...premiata. In patria e all’estero.

Il premio XI
Il premio della XI edizione

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

Giulio Rodolfo
Giulio Rodolfo

ADVERTISING
illy mitaca
Tiky ms21
Statistiche
Il sito ha ricevuto 6974539 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 4378 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 3230 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
11 dicembre 2018
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi