ENTRARICERCA

Gianluigi Di Napoli
Small is the new big: uno spunto di riflessione di tendenza nell'attuale mondo della comunicazione.

Senza titolo

Gianluigi Di Napoli
Fotografo e Regista

Piccolo è il nuovo grande. Come interpretare questa nuova valenza messa in risalto da Seth Godin, scrittore di successo e guru del marketing?

Questo slogan mi fa venire in mente qualcosa di rapido e pratico. Potrei dire small come uno smartphone, che metto in tasca e porto con me che ha però la capacità di un intero ufficio, fatto di molte persone.

Quindi tutti noi abbiamo accesso ad un ufficio tascabile. Anche nell’immagine e nella comunicazione possiamo assistere ad una tendenza alla sobrietà, ad un’immagine che si libera da orpelli e sovrastrutture comunicative e arriva al sodo. Questo è molto bello se ha una valida base culturale su cui poggiare.

La riduzione dei budget può portare all’ottimizzazione della strategia di comunicazione delle grandi aziende?

Il potere di stupire è, oggi, nelle mani di molti con un alto rischio di livellamento in materia di creatività. Pur essendoci quindi grande potenzialità espressiva, è però sempre più faticoso emergere dal rumore di fondo della comunicazione. Questo accade soprattutto se chi investe in comunicazione si lascia sedurre dalla pericolosa impressione che “basta ormai poco per ottenere grandi risultati”, incoraggiata appunto dalla facilità di accesso di chiunque alla tecnologia della comunicazione visiva e dell’immagine.

È importante comprendere che se da un lato abbiamo un evidente abbattimento di costi per le enormi possibilità date dalla tecnologia, da un altro lato abbiamo bisogno di investire maggiormente nel processo creativo, nella ricerca di concept di qualità. Queste sono risorse umane e culturali e vanno valorizzate al meglio per non compromettere e vanificare investimenti molto importanti.

Come le aziende seguono la tendenza dell’attenzione al singolo, al mercato one to one, ai social network per distinguersi nella comunicazione attuale?

Oggi più che mai c’è attenzione al singolo, anche e soprattutto perché le persone hanno un potere maggiore sulle decisioni del mercato. Il consumatore ha il potere di esaltare o distruggere un prodotto o una persona, semplicemente usando la rete, e con questo fenomeno le aziende devono fare i conti quotidianamente.

La tecnologia ci ha dato una grande potenzialità di comunicazione ma stiamo vivendo questo momento di transizione a velocità vertiginose. Questo ci obbliga a crescere tutti più velocemente di quanto mai sia capitato in passato, per poter essere all’altezza del grande potere a cui abbiamo tutti accesso e poterlo usare in modo realmente proficuo.

Senza titolo

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
banner sqaure ms 21
Tiky ms21
Statistiche
Il sito ha ricevuto 7616098 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 2153 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 2967 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
17 giugno 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi