ENTRARICERCA

Sonia Russo
Consumer Playmaker: Nella delicata fase d’arrivo presso l’audience di riferimento, quali sono le condizioni che regolano la buona ricezione del messaggio?

Senza titolo

Sonia Russo
Ceo - About The Prosumer Agency

L’utente come percepisce la diversa tipologia di messaggi nell’affollamento quotidiano degli avvisi pubblicitari? Quale tipo di engagement risulterà maggiormente gradito?

Partiamo da tre assunti che sono solita citare riguardo al nuovo consumatore:
1) il consumatore non vuole essere più considerato solo come un “portafoglio” con i piedi
2) i consumatori sono sempre più insoddisfatti delle offerte esistenti e si ribellano…
3) i consumatori “amano” i propri brand e pretendono un dialogo diretto con la marca.

Tutto questo è efficacemente dimostrato dalla lettura del dato, che diventa sempre più necessario ed importante per qualificare e profilare il consumatore. Circa il 92% dei consumatori si fida molto di più dei consigli ed esperienze di amici e parenti che della classica pubblicità e questo a conferma del fatto che i messaggi pubblicitari in modalità Broadcasting avranno sempre meno efficacia. Di conseguenza saranno premiati in termini di fedeltà e lealtà, i brand che sapranno avviare un nuovo e vero processo di contatto con i propri consumatori.

Come? integrando il proprio cliente nella catena del valore. Il cliente vuole sempre di più mettere a disposizione la propria proattività, donare e condividere la propria esperienza di consumatore impostando un rapporto “alla pari” con la marca e quindi partecipare alla creazione=miglioramento del prodotto/servizio. Pertanto la capacità delle aziende deve essere proprio quella di utilizzare i suggerimenti e soddisfare quanto più possibile i bisogni. Nonostante tutto ciò, le aziende, oggi non sono ancora pronte a questo cambiamento. Sono ancora concentrate sui messaggi diffusivi Broadcasting, su modelli di targetizzazione sempre meno puntuali ed efficaci. La sfida deve essere quella di attrarre a sè i clienti, inserendoli attivamente nella catena del valore come Prosumer.
Il prosumer deve essere al centro del processo di co-creazione del prodotto e di co- distribuzione della marca. Se le aziende non terranno conto di questo, avranno sempre più clienti volitivi, sfuggenti e poco appassionati alla marca.

Spesso non ci accorgiamo di quanto gli algoritmi stiano pilotando le nostre scelte attraverso l'utilizzo dei Big Data. Quale sarà Il futuro della comunicazione? Sarà esclusivamente Data Driven o c’è la possibilità di una svolta creativa Human Driven?

Si parla di Big Data oramai da molto tempo, come derivazione delle strategie di Crm. Ma quante aziende stanno applicando davvero nel processo decisionale interno l’uso dei propri dati raccolti? Quante sono le aziende che davvero possono definirsi data driven? Quali di questi insieme di dati raccolti vengono utilizzati nel processo di miglioramento di vendita?

I dati sono fondamentali per conoscere, capire e applicare strategie di contatto mirato, anticipando le esigenze di bisogno del cliente. Ma in una nuova era, dove il consumatore è evoluto e troppo attento ad una serie di dettagli, dove la partecipazione è una componente necessaria nel percorso di decisione di acquisto, dove l’opinione di terzi “vicini” è fondamentale anche la parte umana non va assolutamente trascurata, anzi! Le imprese dunque devono reinventarsi e abbandonare il più rapidamente possibile le prassi dei vecchi e confortevoli Marketing 1.0 e 2.0, per avventurarsi nel nuovo mondo del marketing 3.0 dove il focus deve essere: dal prodotto al cliente, alla sua anima.

Un nuovo mondo che si basa su un’era Frugale. Oggi c’è chi parla di 4° rivoluzione industriale e chi di era Frugale. La realtà è che se le aziende vogliono mantenere la propria quota di mercato e trovare spazio tra nuovi consumatori, devono adattarsi ad un modello attuale che sarà sempre più basato sul concetto “fare di più con meno” e dove la componente umana è fondamentale.

All’interno di un mercato sempre più esigente e competitivo, l’elemento cardine per le aziende resta la reputazione, attraverso la quale sono quotidianamente sotto esame da parte dei consumatori. La sostenibilità può aggiungere personalità al brand, suscitando un interesse più marcato nelle nuove generazioni?

In questa nuova era un altro modo per fare la differenza è la capacità di adattarsi alla sostenibilità ambientale. Le aziende che non si adeguano a questo approccio saranno “tagliate fuori” dal mercato e meno attraenti per i consumatori. Ma oggi cosa vuol dire essere un’azienda sostenibile? Che abbia un comparto Bio? Che abbia un bilancio sociale? Che abbia un progetto di CSR?

Per molti anni le aziende hanno prestato attenzione solo a degli slogan e quindi solo a parole legate alla sostenibilità, dando vita più ad attività filantropiche che a vere e proprie strategie di CSR. Tutto questo oggi non è sufficiente. L’approccio deve essere più strategico, orientato ad una economia più circolare che non orizzontale, accompagnato quindi da un processo di “acculturamento” non solo interno (dipendenti e stakeholders) ma anche verso i propri clienti e non. Deve quindi impostare un sistema di produzione “verde”, di regole operative “verde”, di modello di business “verde” e di consumo dei propri prodotti secondo una modalità sostenibile.

Solo le imprese che mettono in pratica un sistema sostenibile sono vicine e pronte al Marketing 3.0, certamente innovativo e quindi in linea con le caratteristiche della nuova era Frugale: “fare di più con meno”. Solo così si potrà identificare una azienda davvero sostenibile che beneficia di tutta una serie di vantaggi, tra cui: la riduzione dei costi, una migliore reputazione e una maggiore motivazione del personale interno.

mediastars 21

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
Material ConneXion
Tiky ms21
Statistiche
Il sito ha ricevuto 7745061 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 1474 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 599 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
8 agosto 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi