ENTRARICERCA

Barbara La Malfa
L'intrattenimento in comunicazione per un coinvolgimento unico

Senza titolo

Barbara Gemma La Malfa
Fondatore e Amministratore Unico
Seigradi

Quale engagement in comunicazione riesce, oggi, a gratificare a pieno l’individuo e a prolungare la sua attenzione nei confronti del brand, prodotto o sevizio senza dispersività?

Il gioco, il sorriso e il sogno quali potenzialità hanno a livello comunicativo?

Partendo dal presupposto che la nostra agenzia gestisce le media relations per molte aziende del settore tecnologico e che il nostro lavoro, in estrema sintesi, è quello di preparare il messaggio, migliorandone l’appeal ed evidenziandone gli aspetti in relazione al ricevente, e cercando di “vestire” un diverso metodo di comunicazione a seconda dell’azienda cliente e del canale che intendiamo raggiungere, il mezzo del gioco appare oggi strategico per fare dell’infotainment e coinvolgere i consumatori finali in modo del tutto spassionato.

Stiamo assistendo a una vera e propria rivoluzione del mondo dell’informazione. Basti pensare a come, oggi, i media generalisti passino tutti attraverso il Web 2.0 e i social network e a come alcuni canali social, come YouTube e Facebook, fungano da principali motori di ricerca in rete. Presidiare l’area per non permettere a qualcun altro di farlo al posto nostro e di sottrarci l’identità digitale è fondamentale, tanto quanto compiere uno sforzo per apparire in maniera corretta.

Perché la presenza sui social network sia davvero efficace, oggi occorre che vi sia un dialogo attivo con i consumatori e, nel caso si voglia trasmettere precise informazioni, occorre renderle appetibili e “divertenti”, piacevolmente interessanti. Bisognerebbe riuscire a utilizzare tutte le piattaforme che il Web 2.0 mette a disposizione. La difficoltà risiede proprio nel loro corretto utilizzo. Ognuna ha la sua particolarità e caratteristica e potrebbe non essere quella giusta per quel tipo di cliente. Il rischio è sempre quello di scadere nella pubblicità vera e propria, facendo trasparire alle persone le vere intenzioni del messaggio. L’informazione dovrebbe essere quindi sempre autorevole e piacevolmente interessante, e, se possibile, non meramente pubblicitaria.

A tutto ciò, si aggiungono i tempi di reazione più veloci adottati dai consumatori e come le aziende, in genere, non abbiano ancora pienamente metabolizzato questo cambiamento epocale. Occorre quindi spesso prendere decisioni rapide e concrete che possano indurre al coinvolgimento e, per farlo, vista l’impossibilità di mediare o supervisionare ogni aspetto, è necessario che l’azienda dia totale fiducia ai propri digital pr, senza però trascurare le pr tradizionali che, sono, e resteranno sempre, la “punta di diamante” della comunicazione aziendale.

Un altro aspetto molto importante nel moderno intrattenimento è quello delle community, dei blog, dei forum e dei social network. In questo ambito è necessario adottare sempre una strategia ad hoc. Capita sovente, infatti, che siano proprio i partecipanti di una community i maggiori diffusori dell’identità e della vision del brand.

Barbara Gemma La Malfa è fondatore e amministratore unico di Seigradi.
Prima di fondare Seigradi, ha maturato una lunga esperienza presso agenzie di comunicazione e di relazioni pubbliche internazionali, specializzate nel settore dell'I&CT, rivestendo nel tempo ruoli di crescente responsabilità in tutte le aree della Comunicazione, dalla comunicazione corporate a quella finanziaria e di prodotto. Come General Manager di Seigradi, Barbara è attivamente coinvolta nello sviluppo e nella esecuzione dei programmi di comunicazione dei clienti dell’Agenzia. Ha conseguito la laurea in Economia e Commercio presso l'Università La Sapienza di Roma.

Senza titolo

Seigradi è un'agenzia di relazioni pubbliche e marketing communication dalla struttura dinamica e flessibile che si adatta alle specifiche esigenze del cliente per garantire la rapidità e l'efficienza richieste dal mercato e la competenza e qualità di un partner di fiducia.
Il nome si rifà alla teoria dei "sei gradi di separazione", teoria formulata negli anni sessanta dal sociologo Stanley Milgram, secondo la quale qualunque persona al mondo può raggiungere chiunque altro attraverso solo sei passaggi intermedi di conoscenze.
La mission di Seigradi è aiutare i propri clienti ad individuare i "sei passaggi" per comuncare in maniera efficace con il resto del mondo.

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
Material ConneXion
banner sqaure ms 21
Statistiche
Il sito ha ricevuto 8693763 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 3426 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 1364 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
26 maggio 2020
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi