ENTRARICERCA

Emanuele Imperiali d’Afflitto

Il viaggio del Messaggio: Dal brief in poi il messaggio vive diversi processi creativi che fanno in modo che una volta arrivato a destinazione, il viaggio non si fermi...

Senza titolo

Emanuele Imperiali d’Afflitto
Editorialista economico e blogger
Corriere del Mezzogiorno, ’Espresso

Quale metodo deve perseguire il professionista per sviluppare un contenuto di valore che arrivi al destinatario del messaggio e che da lì riparta per prendere nuova vita?

Il mondo è radicalmente cambiato, già dalla metà del secolo scorso, e le notizie viaggiano oggi con canali diversi da quelli del passato. Ancora negli anni ’80 erano i giornali quotidiani cartacei e la televisione, oltre alla radio, gli strumenti principali di trasmissione delle news.

Oggi lo sono i giornali on line, i siti specializzati, e, soprattutto, il vasto e variegato mondo dei social. E, cambiando lo strumento per veicolarle, cambia anche il messaggio, la forma radicalmente ma in parte perfino il contenuto. La forma perché il messaggio è istantaneo, brevissimo, la sua forza d’attrazione è data dalla estrema rapidità, come e più di ciò che avveniva negli anni ’90 con le agenzie di stampa. In parte anche il contenuto, perché, e questo, secondo me, è un aspetto negativo, c’è sempre meno spazio per gli approfondimenti, il giornalismo d’inchiesta, a scapito della news nuda e cruda.

Oggi in quale misura siamo disposti a seguire il content marketing di marca? I social favorendo la condivisione sono il canale ideale per ingaggiare l’utente?

Il metodo deve riuscire a coniugare insieme diversi fattori e non sempre ci si riesce. Rapidità, innanzitutto. Poi chiarezza, parole intellegibili a tutti, non un linguaggio auto referenziale. Ancora, capacità di essere concisi, di estrapolare in poche righe il succo della notizia, senza disperdersi in particolari, a volte anche interessanti, ma che non troverebbero adeguato spazio sui social. Avendo sempre un obiettivo in testa: inserire in ciò che si scrive poche parole chiave che possano essere la leva per far rilanciare la notizia sui motori di ricerca.

Quali sono gli errori da non commettere in comunicazione?

Provo a elencarli.

  1. Lentezza nell’elaborazione di una news.
  2. Linguaggio criptico, solo per addetti ai lavori
  3. Stile ridondante, utilizzando parole ormai desuete.
  4. Pensare che il lavoro termini solo una volta scritta la news, mentre la novità è che il collegamento sulla rete è costante e bisogna saper rispondere a chi interviene, anche criticamente.
  5. Non snobbare nessuna critica, ma anzi farne tesoro e rispondere sempre a tutti.

mediastars 20

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
smm day
illy mitaca
Statistiche
Il sito ha ricevuto 8000146 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 2065 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 2926 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
21 novembre 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi