ENTRARICERCA

Angelo Blancato
Storytelling: l'Arte di raccontare storie in Comunicazione

Senza titolo

Angelo Blancato CEO & Founder The Snake

Come utilizzare oggi in modo innovativo lo storytelling a partire dai suoi elementi costitutivi?

Lo storytelling è una modalità di comunicazione che esiste da sempre. E’ cambiato però il nostro modo di comunicare: le informazione sono frammentate, semplificate, e trasmesse velocemente in frasi da 140 caratteri. Utilizzando lo storytelling possiamo colpire in modo diretto, emozionando l’utente e creando una reale connessione tra persone.

Se lo storytelling è anche strumento per gestire al meglio la comunicazione, quali sono gli ingredienti per creare un brand di successo e quali le strategie per mantenerne alta la reputazione?

Penso che oggi, con il web, l’onestà sia di fondamentale importanza. Molte aziende hanno paura del confronto diretto con gli utenti, magari pubblicano in rete, non permettendo, però, agli utenti di commentare. E’ un approccio sbagliato, disporre di un canale di comunicazione diretto è il vero valore aggiunto del social.

Bisogna trarre vantaggio da questa conversazione, e avere dei processi per saper gestire eventuali lamentele o commenti negativi. La rete conosce tutte le informazioni di un prodotto o di un’azienda, è implacabile sui commenti negativi.

E’ necessario un feedback per comprendere come comunicare con gli utenti, modificare il metodo in modo da renderlo sempre migliore. Ci vuole consapevolezza del mezzo che si sta utilizzando.

Quali diventeranno in un prossimo futuro le qualità più richieste ai professionisti? Come il cambiamento del mondo della comunicazione ci può guidare a nuove vie?

La nostra azienda lavora molto con il digitale e in particolare con la tecnologia mobile, un nuovo mondo, interessante e ancora tutto da scoprire. Penso che questa debba essere uno strumento integrante di ogni azienda in quanto tocca tutti i settori, dalla produzione al marketing, ed è una rara occasione per ripensare ed innovare i nostri processi partendo dal basso. Quindi le parole chiave sono clusterizzare, localizzare e analizzare.

In particolare applichiamo questo processo di innovazione orizzontale, non solo per le strategie mobile: ci stiamo specializzando in Idea Management e Cocreation. Coinvolgere le persone nell’innovazione dell’azienda. L’Idea management coinvolge una comunità legata all’azienda, cercando le idee giuste per indirizzare al meglio le proprie strategie.

La cocreation consiste invece nel monitorare costantemente la rete, identificando gli influencer e in seguito coinvolgendoli in un’attività che definirà prodotti e servizi da lanciare sul mercato.
Questo processo è l’evoluzione delle ricerche di mercato, risulta però maggiormente interattivo e rapido, e permette di ottenere informazioni più dettagliate.

Per esempio in un anno abbiamo monitorato diciassettemila conversazioni sulla necessità di un determinato prodotto assicurativo, un numero che sarebbe stato difficile da raggiungere con il metodo tradizionale, il progetto ha determinato la nascita del primo prodotto ideato in Italia insieme agli utenti, coinvolgendo gli influencer in workshop svolti dal vivo o in rete.
Questo metodo non toglie naturalezza e sincerità alle risposte che riceviamo, diversamente da come invece potrebbe ottenere un’intervista formale.

Penso che a fianco dei tradizionali canali di comunicazione, si possano utilizzare i nuovi strumenti, sfruttando i social media, cercando di ricordare però i dogmi della comunicazione tradizionale: graphic design e copywriting rimangono due aspetti fondamentali.

I nuovi media hanno semplificato l’accesso alle informazioni, quindi ci vuole oggi maggiore attenzione a ciò che si crea, farsi notare sul web risulta difficile a causa della grandissima quantità di offerta, di conseguenza è necessario curare nel dettaglio il proprio lavoro. Dovrebbe esserci integrazione tra tecnologia, social e comunicazione tradizionale, insomma un’integrazione di discipline diverse, in quanto il risultato finale è l’immediatezza, la velocità di fruizione e di comprensione da parte di un utente.

Una volta gli strumenti di marketing erano complessi e laboriosi, oggi, invece, i nuovi strumenti permettono un’efficienza superiore, costi inferiori e una platea infinita. In futuro, ci sarà sempre un maggior numero di dati, maggiore velocità nella loro elaborazione. Il web mobile crescerà in quanto è disponibile facilmente, poco costoso, diretto e soprattutto molto rapido.

Senza titolo

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
Material ConneXion
smm day
Statistiche
Il sito ha ricevuto 8043285 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 2832 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 5305 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
6 dicembre 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi