ENTRARICERCA

Omar Bertoni Fulvio
Small is the new big: uno spunto di riflessione di tendenza nell'attuale mondo della comunicazione.

Senza titolo

Omar Bertoni Fulvio
Partner & account director Centoeventi

Piccolo è il nuovo grande. Come interpretare questa nuova valenza messa in risalto da Seth Godin, scrittore di successo e guru del marketing?

Sicuramente siamo di fronte non solo ad un cambio di “era”, digitalizzata e tecnologica, ma di approccio culturale al marketing, al business, ai target e ai budget.

Brand lover e brand denier che convivono nella “stessa identità” nel post demographic consumerism in cui è difficile, specialmente per i più grandi, ritrovare la propria bussola. E in questo stesso scenario, i piccoli emergono, e “spiccano il volo” allontanandosi dalla “zona confort” già evidenziata nel libro “the Icarus Deception”.

Seth Godin ancora una volta con una metafora semplice rende evidente un paradigma culturale. Il piccolo, veloce, diretto ed estremamente focalizzato che sfrutta pienamente la sua creatività, e con progetti innovativi, alle volte folli, si mette in gioco, si differenzia. Il piccolo che risponde alle esigenze di mercato. Il piccolo che inventa nuovi prodotti e servizi. Il piccolo per cui si aprono una serie di opportunità.

La riduzione dei budget può portare all’ottimizzazione della strategia di comunicazione delle grandi aziende?

La riduzione dei budget è sicuramente un elemento che ha spinto agenzie ed aziende a razionalizzare le risorse, a fare stanziamenti più “prudenti”. Per alcune agenzie è stato una opportunità e ha permesso alla creatività di brillare di nuova luce. Il mercato contemporaneamente esprime sempre di più la necessità di ROI e KPI predefiniti. L’unico rischio è il cadere in un approccio “low cost” ai progetti di marketing e comunicazione privo della giusta enfasi alla pianificazione strategica.

Come le aziende seguono la tendenza dell’attenzione al singolo, al mercato one to one, ai social network per distinguersi nella comunicazione attuale?

L’attenzione alle nicchie e la demassificazione del marketing che Mr. Seth già evidenziava anni fa in “we are all Weird” è una dimensione sempre più vera e più reale ma non tutte le aziende ne hanno capito l’intero scenario.
Una nuova era di grandi opportunità per conoscere il proprio target, ma in cui lo stesso target si allontana dai brand bisogna ripartire dai brand value e dallo story telling incrociandoli con i paradigmi digitali per tornare ad instaurare nuovi legami duraturi col proprio pubblico con una specifica focus attention sul singolo.

Senza titolo

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
Material ConneXion
smm day
Statistiche
Il sito ha ricevuto 8047494 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 2712 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 247 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
6 dicembre 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi