ENTRARICERCA

Paolo Rumi
Consumer Playmaker: Nella delicata fase d’arrivo presso l’audience di riferimento, quali sono le condizioni che regolano la buona ricezione del messaggio?

Senza titolo

Paolo Rumi
Copywriter, Direttore Creativo 63 DE-SIGN.

L’utente come percepisce la diversa tipologia di messaggi nell’affollamento quotidiano degli avvisi pubblicitari? Quale tipo di engagement risulterà maggiormente gradito?

Credo si debba pensare alle persone come tali, dunque il messaggio risulta recepito, gradito, ridistribuito e avvalorato in base alla stima che chi lo riceve sente nei propri confronti. La rivoluzione legata alla Rete è in qualche modo la vendetta dell’utente finale contro il marketing vigliacco, un tanto al chilo, generalista e -come si diceva a suo tempo - nazionalpopolare che ha contraddistinto per molti aspetti l’Italia dell’epoca TV private. In fondo l’Italia è stata (e residualmente è ancora) un Paese guida in questo: addirittura Politica e marketing si sono confusi sotto le bandiere di un aspirational di facciata, ipocrita e vuoto di contenuti (Raiset). Oggi finalmente la situazione è decisamente cambiata anche se naturalmente -oggi come ieri- insieme ad operazioni intelligenti e nobili si può fare anche comunicazione di livello basso, sotto la cintola e degradante. Troverà anche questa un pubblico e quasi “senza responsabili”. Ma per nostra fortuna non è un problema della comunicazione di vendita: i brand sotto un certo livello non possono scendere ;)

Spesso non ci accorgiamo di quanto gli algoritmi stiano pilotando le nostre scelte attraverso l'utilizzo dei Big Data. Quale sarà Il futuro della comunicazione? Sarà esclusivamente Data Driven o c’è la possibilità di una svolta creativa Human Driven?

Questo è un problema ben più grande di quello che può riguardare la reclame: l’Homo Sapiens deve ben decidere cosa fare della propria avventura sul Pianeta, con la tecnologia che supera di gran lunga le nostre capacità biologiche di stargli dietro. Sono comunque ottimista sul ridimensionamento delle tecnologie a vantaggio del fattore umano, anche se è vero che molte operazioni di confusione possono essere condotte. Ad esempio se pensiamo all’accusa di manipolazione delle elezioni presidenziali americane, certamente vengono un po’ i brividi. Ma la politica visibile non è necessariamente uno dei temi più interessanti nella formazione della coscienza pubblica. Chissà che non sia proprio il marketing a far da baricentro e spostare o animare l’uso dei dati.

All’interno di un mercato sempre più esigente e competitivo, l’elemento cardine per le aziende resta la reputazione, attraverso la quale sono quotidianamente sotto esame da parte dei consumatori. La sostenibilità può aggiungere personalità al brand, suscitando un interesse più marcato nelle nuove generazioni?

Credo che persone brutte e comportamenti sleali siano sempre esistiti. Forse oggi è più difficile trovare il bandolo della matassa ma sono convinto che esista una parte maggioritaria della popolazione fatta di buone persone, mediamente più educate che in passato capaci di scegliere ed ascoltare il meglio. In questo senso sento il privilegio di essere nato e cresciuto in una città laica come Milano. Attento al mio pubblico di riferimento (ovviamente), ho sempre puntato sull’intelligenza dei miei interlocutori.

Mediastars 21

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
Material ConneXion
smm day
Statistiche
Il sito ha ricevuto 7984579 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 1319 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 317 utenti in linea
(di cui 1 registrati)
Ultimo aggiornamento:
14 novembre 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi