ENTRARICERCA

Alessandro Leoni

Il viaggio del Messaggio: Dal brief in poi il messaggio vive diversi processi creativi che fanno in modo che una volta arrivato a destinazione, il viaggio non si fermi...

Senza titolo

Alessandro Leoni
Founder & Chief Designer di Entrophia
www.entrophia.com

Quale metodo deve perseguire il professionista per sviluppare un contenuto di valore che arrivi al destinatario del messaggio e che da lì riparta per prendere nuova vita?

Ritengo essere nel campo della comunicazione visiva da quando un giorno guardando l'omino della toilette (lo chiamavo proprio così a quei tempi) mi accorsi della sua complessa semplicità. Certo parlare della nostra professione partendo dal bagno non la rende più nobile di quella che è ma credo di non mentire nel dire che la comunicazione per me è prima di tutto semplicità. Spesso l'idea nasce grezza ed ineducata ed è compito del professionista declinarla e portarla alla luce. Non faccio uso di un metodo scientifico nel mio lavoro, e la mia esperienza mi ha portato ad adattare L'esigenza del cliente alla mia. La mia è il trovare piacere in quello che faccio e nello stesso tempo soddisfare la clientela. Sembra la solita frase fatta ma se ancora faccio questo lavoro è perchè continua a piacermi.

Oggi diversamente da prima il mio metodo è cambiato parallelamente ai mezzi tecnologici ed alla loro influenza su tutti noi. I social di rete permettono oggi di rivolgere il proprio messaggio commerciale ad un bacino d'utenza potenzialmente enorme. Chiaramente gli stessi gestori di social questo lo sanno benissimo ed è quindi implicito che l'offerta di fruizione di qualsiasi campagna pubblicitaria passi
dalle loro casse.

Oggi in quale misura siamo disposti a seguire il content marketing di marca? I social favorendo la condivisione sono il canale ideale per ingaggiare l’utente?

E’ utile dire che i contenuti non debbano per forza essere di natura pubblicitaria, ad oggi l'informazione in generale si ottiene soprat- tutto attraverso i newmedia che new non sono più da alcuni anni e che anzi hanno acquisito di diritto il primato di fonte primaria di notizie.

Personalmente ho cominciato recentemente ad utilizzare il social media marketing studiandone il linguaggio e le tempistiche. I miei lavori vengono riformattati per i social e pubblicati sulle pagine dei più frequentati, sono quindi favorevole all'utilizzo dei canali social per ingaggiare un cliente.

L'obiettivo rimane quello di esporre il destinatario al messaggio promozionale, poichè non tutti i messaggi a cui siamo esposti raggiungono la linea di percettività. L'Esposizione al messaggio pubblicitario oramai è continuativo ed è compito dello stesso essere percepito, essere valutato, esistere.

Quali sono gli errori da non commettere in comunicazione?

Errori da non commettere? non strutturare eccessivamente il messaggio, essere sempre credibili e coerenti nel messaggio e comu- nicare la competitività rispetto ai propri competitors.

Per quanto riguarda i casi di pubblicità mal comunicate è difficile e rischioso dare un giudizio non conoscendone l'Advertising to sales elasticity ed il price to sales, elasticity, la percentuale di variazione di vendità per ogni variazione degli investimenti promozionali. Per questo mi esimo dal dire quali pubblicità abbiano più o meno funzionato veramente.

mediastars 20

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
Material ConneXion
illy mitaca
Statistiche
Il sito ha ricevuto 8030657 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 1787 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 3314 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
2 dicembre 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi