ENTRARICERCA

Pasquale Arria
Emotional Branding: i cinque sensi
Oggi la sfida per il brand è provocare emozioni in ognuno di noi con un coinvolgimento a 360 gradi

Pasquale Arria

Pasquale Arria
CEO & Founder Realize Networks

Quanto è importante valorizzare le nostre sensibilità per essere ricordati? Come sviluppare il sesto senso, la scintilla che accende le passioni e attira gli interessi in comunicazione? Il fattore umano in comunicazione dove può portarci?

Realize Networks nata 9 anni fa dalla mente di Pasquale Arria e prima «Talent agency» ad operare nel mercato italiano del mondo food.

Una realtà unica, sempre in crescita, specializzata in talent & celebrity management che a partire dal proprio food network, idea e realizza progetti di Branded Entertainment e Branded Content per comunicare marchi e prodotti. La celebrity più adatta «entra» nell’azienda per creare una strategia di comunicazione a misura di cliente e del pubblico di riferimento.

Realize Networks, dove il talent entra nell’azienda per creare una strategia di comunicazione a misura di cliente e del pubblico di riferimento, una società dove Management Artistico e Settore Food si coniugano per creare delle vere e proprie esperienze legate alla cucina, al cibo, ai sapori.

L’agenzia gestisce una ricca rosa di personnaggi legato al monndo del food: cuochi, food-blogger, influenncer. Tra i nostri Talent c’è lo Chef Bruno Barbieri che è stato il primo che ci ha dato fiducia nel settore Food, credo che lui rappresenti i fondamenti della cucina Italiana, è un vero e proprio maestro, quando parla di food non puoi fare almeno di ascoltarlo, Marco Bianchi un food mentor e divulgatore scientifico per Fondazione Umberto Veronesi che ti aiuta a stare bene con il cibo, parola d’ordine prevenzione a tavola, Chiara Maci una delle nostre prime assistite, credo rappresenti sia nel sociale che nel food un cambiamento epocale, la prima foodblogger italiana, con lei possiamo dire che abbiamo inventato il foodinfluencer, Gnambox ormai celeberrima coppia di FoodBlogger, credo che abbiano stile da vendere, il progetto Chissenefood creato da Maurizio Rosazza Prin, un creativo ecclettico, che è una fucina d’idee, non mi stanco mai di parlare con lui, il suo progetto lo trovo geniale, Erica Liverani la vincitrice della della quinta edizione di Masterchef, la classica ragazza della porta accanto che piace a tutte le persone che vogliono iniziare a cucinare, Sonia Peronaci non ha bisogno di presentazioni, fondatrice di Giallo Zafferano non ho mai conosciuto nessuna con la sua determinazione, lei è innamorata della sua passione cucinare, se parli 2 minuti con lei qualunque sia il tuo lavoro vorrai mollare tutto per iniziare a fare il cuoco, Damiano Carrara l’ultimo nostra newentry lui si occupa di pasticceria, una storia esemplare, è andato in America ed in soli 10 anni ha conquistato gli americani con i suoi dolci, è tornato in Italia con Real Time da Vincitore, e devo dire ancora c’è tantissimo da fare, Mirko Ronzoni, maestro dei Finger Food, vincitore di Hell’s Kitchen, una sola frase lo stile inizia dai suoi piatti.

Come utilizzare la tecnologia per offrire una comunicazione più completa? Quanto il fattore umano riuscirà a guidare questo cambiamento integrando i rapporti in carne ed ossa con quelli virtuali? Qual è il destino dell’ADV classico in questo senso?

Avere un referente che parla la lingua dei clienti o delle agenzie non è una cosa da poco al giorno d’oggi, per questo si deve adottare una strategia di marketing sensoriale, lo strumento che mira a sedurre il consumatore, lo strumento strategico di posizionamento per le aziende. In questo modo, il consumatore può facilmente identificare il punto vendita di un marchio da quello dei suoi concorrenti.

Comunicare la propria persona, il proprio brand, la propria immagine significa stimolare i sensi del pubblico. Questa inquadratura di base ci permetterà di analizzare ogni singolo senso e il suo impatto sul consumatore in modo generale, dopo di ché, nella terza parte, si parlerà nell’implementazione del marketing sensoriale.

Realize è un ottimo interlocutore per ambedue le parti, attorno alle richieste dei clienti noi creiamo dei progetti di comunicazioni, non si tratta semplicemente di placement o di pubblicità, ma di costruire uno storytelling coerente rispetto al talent alla sua storia e alla sua comunicazione.

Mediastars 22

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

ADVERTISING
illy mitaca
banner sqaure ms 21
Statistiche
Il sito ha ricevuto 7915877 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 700 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 1979 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
17 ottobre 2019
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi