ENTRARICERCA

Gli editoriali

Giulio Rodolfo


marta gentili

Comunicazioni che valorizzano al meglio le molteplici espressioni dell’alta qualità, quindi la ricchezza e l’unicità della migliore produzione, è quanto ci si aspetta oggi dall’industria vitivinicola italiana. Protagoniste indiscusse a livello comunicativo sono le etichette che vedono parole e immagini sinteticamente organizzate per veicolare tradizione, competenza, qualità e innovazione nel fare.

Il ruolo del progetto grafico nel mercato moderno è stato scandagliato puntando i riflettori sull’inevitabile raggiungimento degli obiettivi di business dell’impresa. Per l’occasione sono intervenuti senior designer e direttori creativi di alcune tra le principali agenzie di brand design italiane.Toni vivaci e spunti provocatori hanno suscitato diverse riflessioni in merito.

Alla ricerca di una risposta a questi quesiti, e a molti altri ancora, più giurie tecniche hanno valutato i progetti in gara alla XIV edizione del Premio Mediastars, organizzati - come di consuetudine - all’interno dei diversi canali media. Questo il pensiero dei professionisti del settore intervistati durante i lavori di Giuria.

Strumento di visibilità unico, il packaging vive di stimoli dettati da forme e materiali, ottimizzazione di processi e valorizzazione di componenti.


Senza titolo

L’esistenza del vecchio elettrodomestico per come lo conosciamo si sta avviando all’epilogo. La sfida si sposta su internet e le parole chiave sembrano essere ubiquità e interattività, termini molto abusati ma mai gratuiti in questo campo.
“La tua tivù sempre con te”, recita un claim che non potrebbe essere più azzeccato.

Tra le App di giochi più scaricate si trovano Angry Birds, Ruzzle e Fruit Ninja. Basti prendere in considerazione solo il primo: Angry Birds, figlio di Rovio una startup finlandese che annovera alcune disfatte nella sua case history, si basa sull’idea di lanciare uccellini arrabbiati contro dispettosi maialini verdi. Il gioco, che ha avuto quattro versioni, conta 75 milioni di utenti e il suo successo non si è fermato ai devices, ma è stato declinato in un accattivante merchandising, un parco tematico e si appresta addirittura a finire sul grande schermo con un film in prossima uscita.


Senza titolo

E’ il 1986, e sia negli Stati Uniti che in Europa la salute del fumetto sembra avvolta nel buio. La parola d’ordine è Crisis, titolo di una lunga saga che tenta di riscrivere alla radice, facendo piazza pulita di molti supereroi e universi paralleli, l’identità delle serie prodotte da DC Comics.


Senza titolo

Mediastars è entrata nel cuore del Salone del Mobile di Milano, alla fiera di Rho-Milano, l'evento internazionale tra i più importanti del settore, per intervistare Michael Plank, designer di fama mondiale e vincitore nel 2011 del XXII "Il Compasso d'oro".


Senza titolo

Anche gli istituti di credito credono nell’efficacia di una comunicazione istituzionale non convenzionale. Originalità, immediatezza e canali moderni o inusuali nel tradizionale modo di fare comunicazione sono le caratteristiche che contraddistinguono oggi il concetto di advertising per molte delle grandi Banche italiane. Una necessità – quella di guardare avanti e altrove.

Ascoltiamo il rumore della rete: tra buzz e cinguettii, il rumore della rete rimbomba nelle aziende. Tutto esaurito al convegno organizzato da MEDIA STAR EDITORE sulla “Reputazione On Line” in occasione della Settimana della Comunicazione 2012, l’evento collettivo itinerante che ha animato Milano con dibattiti e incontri sul tema della comunicazione. Media Star ha dato voce a esperti e professionisti per condividere idee e opinioni su un aspetto ormai di fondamentale importanza per le aziende, l’opinione che viaggia nel web.

Oltre diecimila contatti nella rete Linkedin: Media Star Editore raggiunge un ambìto “compleanno” raggiungendo la soglia dei 10mila contatti sul social network professionale che solo in Italia già conta svariati milioni di utenti e oltre 220 nel mondo. Una “banca dati” aperta e accessibile, che cresce di giorno in giorno, dove tutti possono conoscersi e intrecciare nuove relazioni professionali contando su un gruppo qualificato di colleghi, conoscenti o anche di potenziali concorrenti per una discussione, un’opinione, un’occasione di lavoro, un’idea o un progetto comune.


mariapia ebreo

Come si informa il direttore di una grande testata giornalistica? Twitter sembra essere il “media” più gettonato, almeno stando a quanto raccontano Peter Bale di CNN, Peter Horrocks di BBC, Philippe Jannet di Le Monde e Moeed Ahmad di Al Jazeera. Gli uomini che reggono le redini dell’informazione internazionale hanno in comune anche un’altra cosa. Sono tutti nel libro www.viraccontoiltg1.rai.it, scritto da Alma Grandin, Capo servizio del Tg1 online, con la collaborazione di Mariapia Ebreo, esperta di social media.


Corporate Social Responsibility. Ovvero la volontà di “restituire” una quota parte degli utili a quanti contribuiscono, con l’acquisto, alla crescita degli stessi. Ma anche operare per il rispetto dell’ambiente e del contesto in cui l’impresa agisce. È il comune sentire di alcune aziende che, dati alla mano, fanno i conti con il crescente numero di consumatori guidati da valutazioni sempre più “etiche” rispetto all’operato del fornitore dei prodotti e servizi che sono sul mercato.

In periodo di crisi, quando i budget di comunicazione si riducono all’osso, e le aziende devono scegliere su quali “cavalli puntare” per rilanciare e valorizzare l’immagine aziendale, è facile che la scelta cada sulla sponsorizzazione sportiva.

On or off. L’ADV ad una svolta anche a Berlino. In occasione del ventennale dall’evento che ha cambiato la geografia europea, e non solo, le celebrazioni organizzate per ricordare la notte del 9 novembre 1989 hanno segnato il passaggio degli investimenti pubblicitari dai media tradizionali all’on line.

Se il web non è morto, allora il web è… se lo sono chiesti anche allo IAB Forum di Milano www.iabforum.it tanto da farne il claim dell’evento. Per discutere di un mercato, quello della pubblicità online in Italia, che vale un miliardo in investimenti, e che si da l'obiettivo di triplicarli entro il 2014, è stato invitato Chris Anderson, direttore di Wired Usa, ha aperto l’assemblea plenaria IAB proprio portando all’attenzione la copertina del suo giornale che, lo scorso settembre, titolava “The web is dead”.


Federico Mancin

Non è una novità, i Social Media hanno acquisito un’importanza strategica tale da modificare in modo sensibile la pianificazione pubblicitaria delle aziende che, sulla base di ricerche di marketing, destinano budget sempre più consistenti per accrescere il proprio posizionamento online.


Sonia Maestro Rodolfo

Senza titolo

Mediastars ha festeggiato i suoi primi “dieci anni" inaugurando un nuovo ciclo che mira a rendere più importante l'evento della serata di premiazione allestendo prima appena prima dell'evento una tavola rotonda, un dibattito tra professionisti della comunicazione nelle sue molteplici forme,direttori creativi, docenti, responsabili d’azienda, presidenti di associazioni.

E’ stato un passo celebrativo che ha riscontrato un buon successo, tanto da assumere i caratteri di una tradizione. Eccoci, infatti, a riportarvi qui le opinioni essenziali, rilasciate in diverse interviste da professionisti della comunicazione, in relazione a quelli che sono i temi del dibattito della XIª Edizione: Globalizzazione, Comunicazione e Made in Italy, temi di grande attualità che entrano nelle nostre attività di tutti i giorni.


I Padri della Pubblicità Italiana

Carosello

3 febbraio 1957, ore 20.50: rullo di tamburi, tarantella rivisitata da Raffaele Gervasio, sipario aperto su una straordinaria invenzione italica -iniettata nel tubo catodico- chiamata Carosello. Nello stringato palinsesto d’epoca la trasmissione ponte tra il TG dell’unico canale, il Programma nazionale, e la prima serata si guadagna un posto che vale un segnale orario, la linea di demarcazione tra la generazione che deve andare a nanna e quella che deve svegliarsi a consumare. Nel ventennio di Carosello l’Italia è cambiata insieme agli italiani. Quel tre febbraio i televisori sintonizzati erano 336000 ma in compenso i telespettatori affamati del nuovo erano molti di più (la TV si vedeva al bar, e a casa si invitavano amici e parenti). [continua]

Osvaldo Cavandoli

Nato a Maderno del Garda nel 1920. A due anni la famiglia lo trasferì a Milano, patria d’adozione e…dell’animazione. Negli anni 40 gli esordi all’Alfa Romeo, con la qualifica di designer tecnico e, dopo la parentesi bellica, ecco il gran salto nello spettacolare mondo del fumetto e del cinema di animazione.C’è la scuola d’autore – la bottega del Maestro Nino Pagot – e poi la corsa accelerata alla costruzione dei personaggi. Cavandoli si identifica soprattutto con Mister Linea, l’omino stilizzato “senza inizio e senza fine” che, negli anni 70, diventa una star di Carosello, testimonial per il marchio Lagostina. E per la prima volta un cartone – nato per la reclame – diventa protagonista di film a soggetto, dove la figura lineare di volta in volta supera, sfilacciandosi, le più imprevedibili avventure. Nel 2004 Mr Linea incontra un nuovo personaggio – realizzato dal fido Nedo Zanotti – per il cortometraggio “Incontro”. [continua]

Senza titolo

Nato a Nogara il 16 agosto 1898, fin da giovane Villani sviluppa diversi interessi che spaziano dall’arte allo sport, dall’intrattenimento alla cultura. Grazie al suo entusiasmo e a qualche sacrificio, riesce a dar forma a molti progetti nati dal suo ingegno e dalla sua fertile fantasia. Abile nel prendere iniziative, promuove eventi, diviene insegnante per università e istituzioni private, fa esperienza di giornalismo ed editoria, pubblicando volumi su diverse tematiche che vanno dal mondo della pubblicità alla storia del fiume Po. Grande amante e cultore dell’arte, si cimenta nel campo dell’incisione, del disegno e della pittura ed espone in diverse mostre. il collezionismo è uno dei suoi hobby: spazia dai dipinti alle etichette, dai giornali ai manifesti. nella sua lunga carriera raccoglie numerosi riconoscimenti, aggiudicandosi medaglie, trofei, premi. [continua]

Senza titolo

Nato nel 1906, fondatore della Opus Proclama e della SPE e comproprietario dei quotidiani Il Piccolo, La Nazione e il Resto del Carlino è stato uno dei " grandi personaggi" della pubblicità e dell'editoria italiana. Triestino doc, magro, svelto, piccolo, sempre sorridente ma riservato, sguardo vivacissimo, grande appassionato di golf, Oscar Maestro, ha sempre voluto dire " comunicazione", poiché ad essa dedicò l'intera sua vita, diventando con la propria energia ed intraprendenza uno dei " grandi personaggi" della storia della pubblicità italiana. [continua]

MediaForm

Mediaform nasce con l'obiettivo di ricercare le possibilità di sinergia e interazione fra il mondo accademico e la realtà delle agenzie

Altri Articoli

ADVERTISING
illy mitaca
Tiky ms21
Statistiche
Il sito ha ricevuto 5046344 visite.
Questa specifica pagina è stata visitata 11730 volte.
Segnalala ad un amico
Ci sono 3022 utenti in linea
(di cui 0 registrati)
Ultimo aggiornamento:
23 maggio 2017
Powered by Mooffanka
Design e sviluppo: Katytid
Attendere, prego...
Chiudi
Chiudi